Colorificio Nuova Carcolor
Ultime notizie
Qualcosa di nuovo in ogni articolo

Resine per marmo: quali sono e come utilizzarle

Le resine per marmo, sono di diversi tipi, ognuna con caratteristiche e proprietà specifiche. Le resine più comunemente utilizzate sono:

Resina epossidica: detta anche resina epossidica o epoxi, è un materiale versatile e resistente che trova largo impiego in diversi settori. Le sue caratteristiche sono:

  • Elevata resistenza meccanica e chimica
  • Buona adesione a diversi materiali
  • Ottima impermeabilità
  • Resistente alle alte temperature
  • Facile da applicare
  • Indurimento rapido
  • Può ingiallire nel tempo
  • Costo elevato

Resina poliestere: si tratta di un polimero termoindurente, che significa che una volta attivato con un catalizzatore, si solidifica irreversibilmente formando una struttura rigida e resistente. Le principali caratteristiche sono:

  • Buona resistenza meccanica
  • Basso costo
  • Facile da lavorare
  • Odore forte
  • Non resistente alle alte temperature
  • Può essere infiammabile

Resina acrilica: detta anche polimero acrilico o acrilato, è un materiale versatile e resistente, si tratta di un polimero termoplastico, che significa che può essere fuso e rimodellato a temperature elevate. Le sue principali caratteristiche:

  • Elevata resistenza all’abrasione
  • Buona resistenza ai raggi UV
  • Facile da applicare e da pulire
  • Inodore
  • Non ingiallisce
  • Costi medi

Resina poliuretanica: anche in questo caso la resina poliuretanica è un polimero termoindurente le cui caratteristiche principali sono:

  • Elevata elasticità
  • Buona resistenza all’abrasione
  • Impermeabile
  • Resistente alle basse temperature
  • Facile da applicare
  • Costi elevati

Resina vinilica: detta anche polivinilacetato (PVA), è un materiale versatile e resistente che trova largo impiego in diversi settori. Si tratta di un polimero termoplastico, che significa che può essere fuso e rimodellato a temperature elevate.

  • Buona resistenza chimica
  • Facile da applicare
  • Basso costo
  • Non resistente alle alte temperature
  • Può essere infiammabile

Oltre a queste, esistono anche altri tipi di resina, come ad esempio:

  • Resine fenoliche
  • Resine epossidiche siliconiche
  • Resine melamminiche
  • Resine ureiche

La scelta della resina più adatta dipende da diversi fattori, come ad esempio:

  • L’utilizzo previsto
  • Le proprietà desiderate
  • Il budget a disposizione

È importante consultare un esperto per avere maggiori informazioni sui diversi tipi di resina e per scegliere la più adatta alle proprie esigenze.

Inoltre, è importante ricordare che le resine possono essere pericolose se non utilizzate correttamente. È quindi importante seguire le istruzioni di sicurezza riportate sulla scheda tecnica del prodotto.

Come vengono utilizzate le resine per marmo?

Le resine per marmo vengono utilizzate per diverse funzioni, che possono essere raggruppate in tre macro-categorie:

Protezione:

  • Consolidamento: La resina epossidica penetra nei pori del marmo, creando una matrice che lo rende più resistente alle rotture e alle scheggiature.
  • Impermeabilizzazione: La resina crea una barriera sulla superficie del marmo che impedisce l’assorbimento di liquidi, macchie e agenti atmosferici.
  • Resistenza all’usura: La resina rende il marmo più resistente all’abrasione e al graffio, prolungando la sua durata nel tempo.

Ripristino:

  • Riparazione di crepe e fessure: La resina epossidica può essere utilizzata per riparare crepe, fessure e scheggiature del marmo, restituendogli l’aspetto originale.
  • Riempimento di buchi e vuoti: La resina può essere utilizzata per riempire buchi e vuoti nel marmo, creando una superficie liscia e uniforme.
  • Uniformare il colore: La resina può essere pigmentata per uniformare il colore del marmo, mascherando eventuali macchie o discromie.
RESINE PER MARMO

Estetica:

  • Lucidatura: La resina può essere utilizzata per lucidare il marmo, donandogli una finitura brillante e riflettente.
  • Effetti speciali: La resina può essere utilizzata per creare effetti speciali sul marmo, come ad esempio l’aggiunta di glitter o pigmenti colorati.
  • Creazione di nuovi oggetti: La resina può essere utilizzata per creare nuovi oggetti in marmo, come ad esempio lavandini, top cucina o complementi d’arredo.

In definitiva, la scelta di utilizzare la resina sul marmo dipende dalle specifiche esigenze e dalle preferenze personali. Se desideri proteggere, riparare o dare un nuovo look al tuo marmo, la resina può essere una valida soluzione.

Vale la pena ricordare che le resine hanno svariati modi di essere utilizzate.